Oggi parliamo di una specie marina che molti acquariofili inseriscono nel proprio acquario senza conoscerla realmente.

Parliamo del Cirrhitichthys Oxycephalus conosciuto anche come Pesce Falco Folletto.

 

Sei pronto?

Iniziamo!

 

Caratteristiche

È facile trovarlo nell’Oceano Indiano e Pacifico dove vive nella parte interna delle barriere coralline ad una profondità generalmente compresa tra i 3 ed i 35 metri.

In natura raggiunge una dimensione massima di 10 cm o poco oltre, in acquario invece raramente supera i 7/8 cm.

La sua colorazione è bianca col dorso rossastro punteggiato di varie tonalità comprese tra il rosso e il marrone.

Le pinne, anch’esse bianche hanno della sfumature sul turchese mentre le pinne dorsale e caudale, sono punteggiate di rosso.

Le particolarità fisiche sono due: gli occhi sono molto sporgenti con una posizione particolarmente anteriore e i Cirri sono osservabili all’estremità superiore della pinna dorsale.

 

Alimentazione

Il Pesce Falco Folletto si ciba predando:

  • crostacei,
  • pesci
  • molluschi (di piccola taglia).

È una specie che, se non alimentata abbondantemente, può infastidire alcuni compagni di vasca tra cui gamberi e piccoli pesci.

Accetta solitamente:

  • secco granulare
  • (ti consiglio di integrarlo con) Artemia
  • pezzetti di gamberetto
  • pezzetti di cozza.

Gli esemplari di questa specie nascono tutti femmine per poi mutare sesso quando raggiungono la dimensione di 7/8 cm circa.

Questo fenomeno è noto come Ermafroditismo Proteroginico.

È una specie con abitudini diurne e vive in Harem composti da un solo maschio con le relative femmine.

In natura la riproduzione e la deposizione avvengono solitamente in orari crepuscolari.

Allevamento

Viste le ridotte dimensioni che raggiunge per allevarlo correttamente in un acquario:

  • sono sufficienti 150 litri netti
  • una discreta quantità di roccia viva.
  • una copertura totale della vasca (viste le abitudini di compiere guizzi fuori dalla superficie)

In acquario trascorre la maggior parte del tempo appoggiato su di una roccia posizionata in alto o sull’apice di uno “strapiombo” per poter avere una visuale completa della zona circostante.

Per un miglior controllo del proprio territorio, seleziona accuratamente numerosi punti di osservazione.

È stato osservato che in alcuni casi anziché nuotare si sposta sulle rocce con l’aiuto delle pinne pettorali, come se camminasse.

 

Abbiamo visto questo Pesce Falco Folletto, cosa ne dici di calcolare il prezzo del tuo preventivo cliccando qui.

 

Articolo di

Gregory Rossi

Recent Posts

Leave a Comment