La vedi così piccola e indifesa che quasi non ti aspetteresti che allevarla dia soddisfazioni così grandi, nonostante sia un animaletto veramente piccolo.

Arriva massimo a 6 cm di lunghezza, ma l’amore che richiede deve essere inversamente proporzionale alla sua grandezza.

Credimi. Continua a leggere, in questo post analizzeremo tutte le sue peculiarità e tutti i segreti che devi sapere per poter allevare questo grazioso pesciolino.

Parleremo quindi di:

  • Le caratteristiche da conoscere di questi pesci d’acqua dolce
  • Qual è il miglior acquario per Laetacara Dorsigera
  • Cosa puoi dare da mangiare a questi pesciolini.

Sei pronto?

Iniziamo.

LAETACARA DORSIGERA: CARATTERISTICHE DI QUESTO PESCE D’ACQUA DOLCE

HABITAT DEL LAETACARA DORSIGERA

Laetacara Dorsigera è una meravigliosa specie che popola le acque tranquille e ricche di vegetazione di Brasile, Argentina e Paraguay.

CARATTERISTICHE FISICHE

Come ti dicevo, la sua lunghezza massima è di 6 cm circa, e la propria aspettativa di vita è di circa sei anni.

Il dimorfismo sessuale in questa specie è evidente: gli esemplari maschi sono più grandi ed hanno le estremità delle pinne ventrali, anali e dorsale, maggiormente appuntite.

Le femmine invece sono facilmente individuabili nel periodo pre deposizione in cui si può notare il loro ventre particolarmente gonfio, per la presenza delle uova.

ACCOPPIAMENTO E RIPRODUZIONE

La riproduzione è abbastanza semplice da far avvenire in acquario, ma devi seguire alcune precise indicazioni.

Prima di tutto, la coppia si occuperà di pulire il sito di riproduzione con molta cura, dopodiché la femmina inizierà la deposizione mentre il maschio feconderà le uova.

La femmina, in attesa della schiusa (che solitamente avviene trascorsi 2/3 giorni), avrà il compito di ossigenare le uova, mentre il maschio si occuperà di difendere il territorio circostante il sito di deposizione.

Solitamente, prima della schiusa entrambi i genitori scavano delle buche nella sabbia vicino alle uova.

Una volta che queste si sono schiuse, i genitori sposteranno gli avannotti in queste buche. Per alimentare i piccoli nati, almeno per i primi dieci giorni, possiamo fornire naupli di Artemia.

ACQUARIO PER LAETACARA DORSIGERA

Per poter allevare con successo una coppia, occorre un acquario di almeno 90 litri, allestito con:

  • Sabbia fine di colorazione scura
  • Piante acquatiche
  • Rocce
  • Radici.

Dovrai fare ben attenzione a schermare la luce, così da non farla risultare eccessiva, e dovrai fare in modo che la corrente sia moderata.

COSA MANGIA LAETACARA DORSIGERA

Nel proprio ambiente naturale si ciba di:

  • Alghe
  • Insetti
  • Vermi
  • Crostacei.

Per una corretta alimentazione in acquario conviene fornire:

  • Verdure sbollentate
  • Mangime secco granulare
  • Mangime congelato.

CONCLUSIONI

Abbiamo finito.

Prima di chiudere ci tengo a dirti che tutti gli esemplari di questa specie presenti nel commercio acquariofilo provengono frequentemente da allevamenti professionali.

Tuttavia, alcune volte possono essere disponibili esemplari selvatici provenienti da catture autorizzate in natura.

Tutto chiaro?

Ti consiglio di chiedere un preventivo per un acquario su misura, in grado di esaltare le caratteristiche di questi bellissimi pesciolini.

Recent Posts