Shopping Cart

Lo Zebrasoma Flavescens: campione di nascondino

Oggi parleremo di una delle specie che si trova più facilmente negli acquari marini: lo Zebrasoma Flavescens, anche noto come pesce chirurgo giallo.

È una specie davvero curiosa. Non dà fastidio a nessuno e non vuole che gli venga dato fastidio. Gira solitamente in coppia, è pacifico ed è in grado di tutelarsi ottimamente dai pericoli esterni… nascondendosi.

Se vuoi saperne di più, continua a leggere. In questo post parleremo di:

  • Le caratteristiche da conoscere del pesce chirurgo giallo
  • Qual è il miglior habitat per lo Zebrasoma Flavesces
  • Cosa puoi dare da mangiare a questo pesce marino.

Sei pronto?

Iniziamo.

LE CARATTERISTICHE DELLO ZEBRASOMA FLAVESCENS

HABITAT

Lo Zebrasoma Flavescens è una specie pacifica ma poco socievole: solo raramente lo si può trovare in gruppo, mentre è solito trascorrere il tempo in coppia.

Popola le acque giapponesi, delle Filippine, della Nuova Guinea, delle Isole Fiji, Vanuatu, Samoa e Hawaii. 

Predilige fondali generalmente madreporici con profondità comprese tra i 2 e i 45 metri.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il pesce chirurgo giallo ha una forma rotondeggiante ma compressa all’altezza dei fianchi. La bocca, situata nella parte inferiore della testa, è piccola e prominente. 

La sua livrea – ma forse è già intuibile – è gialla ed è attraversata da una striscia orizzontale di una tonalità di giallo differente, mentre uno scudetto bianco gli protegge l’affilatissima spina. 

Durante le ore notturne, quando si rifugia all’interno delle fessure naturali per riposarsi, lo Zebrasoma Flavescens scolorisce, letteralmente. Questa tecnica non è fine a se stessa perché gli consente di mimetizzarsi per apparire morto ad eventuali predatori. 

Al momento della schiusa le larve misurano appena 2 mm. Dopo un mese, misureranno circa 2 cm. Nel proprio habitat naturale può raggiungere addirittura i 22 cm di lunghezza, ma solo dopo aver raggiunto i 10 cm sviluppa il colore intenso che conosciamo. Se allevato in acquario, però, non supera i 15/16 cm. 

In questa specie, il maschio adulto è di taglia maggiore rispetto alla femmina. 

RIPRODUZIONE

Non è presente dimorfismo sessuale.

In natura, il processo riproduttivo funziona così: nel caso in cui la coppia sia all’interno di un branco si isola e si dirige al tramonto verso la superficie. Qui vengono rilasciate le uova, che galleggiano sulla superficie grazie ad una sostanza oleosa e si schiudono dopo poco tempo. 

Per quanto riguarda la riproduzione in acquario, si hanno poche informazioni. Ultimamente, però, in alcune serre di importazione sono state registrate frequenti riproduzioni di Zebrasoma Flavescens. 

Al momento attuale la popolazione di questa specie non è considerata vulnerabile ma viene costantemente monitorata.

ALLEVAMENTO IN ACQUARIO 

Arriviamo all’aspetto più importante, l’allevamento in acquario: qui dovrai prestare molta attenzione. 

Per allevare correttamente il pesce chirurgo è necessario che l’acquario presenti queste caratteristiche: 

  • una capacità minima di 450/500 litri
  • acqua matura
  • un ampio spazio libero dedicato al nuoto
  • molti anfratti creati tra le rocce vive. 

Bisogna ricordare che il pesce chirurgo giallo è una specie pacifica con le altre di barriera e può essere compatibile anche con altri Acanturidi di forma e colore differenti. Inoltre, risulta compatibile anche con gli invertebrati, il che lo rende un ottimo ospite per le vasche di barriera. 

Un pesce pacifico, sì, ma mi raccomando, non fatelo arrabbiare: se viene inserito in un acquario di dimensioni non adeguate diventerà certamente territoriale ed aggressivo.

Lo Zebrasoma Flavescens presenta un metabolismo velocissimo (beato lui!), e per questo ha bisogno di alimentarsi più volte al giorno. 

In natura si ciba di alghe e di alcuni microrganismi planctonici. In acquario lo si può nutrire con: 

  • Granulare
  • Surgelato
  • Artemie 
  • Chironomus
  • Polpa di cozza 
  • Gamberetti 
  • Spinaci, lattuga ed altre verdure bollite. 

PATOLOGIE 

Ultimo passaggio da tenere a mente nella cura dello Zebrasoma Flavescens nel vostro splendido acquario… abbiamo quasi finito.

Fortunatamente, questa specie risulta essere resistente a patologie frequenti quali l’Oodinium, ma soffre valori chimici dell’acqua non idonei, come Nitrati, Fosfati e pH basso. 

In caso di valori non corretti, infatti, si potrebbe osservare la corrosione delle pinne degli esemplari allevati. 

Il pesce chirurgo può anche soffrire frequentemente di una parassitosi causata da determinati vermi che si manifesta con dei punti neri sul corpo. Niente paura: casi simili solitamente si risolvono autonomamente, non necessitano di cure specifiche. 

Fortunatamente questa specie tollera bene i trattamenti a base di rame. 

CONCLUSIONE

Abbiamo finito.

Questo pesce è abbastanza pacifico, ha un’alimentazione variegata e non è esposto a particolari patologie. Ti raccomando, se vuoi tenerlo in acquario, di seguire tutte le indicazioni che ti ho dato.

Tutto chiaro?

Ti consiglio di chiedere un preventivo per un acquario su misura, in modo tale da mettere a proprio agio i tuoi pesci chirurghi gialli.

100% su misura

Colori, dimensioni e rifiniture personalizzate.

Produzione interna

Selezione materie prime e lavorazione interna.

Prodotti assicurati

Assicurazione RC prodotti, su tutto il su misura.

Spedizioni sicure ed assicurate

Su bancali con cassa di legno in OSB su misura.